Home > News > Breaking News > Festa delle Vele Scarlatte – Storia, tradizione e programma dello spettacolo

Festa delle Vele Scarlatte – Storia, tradizione e programma dello spettacolo

La festa delle Vele Scarlatte è un evento impressionante per bellezza a affluenza di spettatori, diventato ormai uno dei simboli di San Pietroburgo.

Si svolge per tradizione a fine giugno, ma la data non è fissa e viene stabilita di anno in anno dall’Amministrazione cittadina intorno ai primi di marzo. La data dell’evento viene fatta coincidere con la fine dell’anno accademico: infatti, sebbene la festa attiri turisti di tutte le età, in realtà è dedicata agli studenti neolaureati.

La manifestazione si compone di due parti: una diurna e una notturna. La prima parte è animata da concerti di vario genere, ai quali si può assistere soltanto previa presentazione di un biglietto, riservato agli studenti russi.

La seconda parte invece è il vero e proprio cuore della festa, che si anima di un’atmosfera da sogno. I fuochi d’artificio scintillano sull’acqua in un trionfo irreale, che culmina con l’apparizione della nave dalle vele scarlatte.

La comparsa della nave è senz’altro il momento più spettacolare della serata: accompagnata dalla musica dal vivo, sarà uno spettacolo che non potrete più dimenticare.

Quest’anno la festa delle Vele Scarlatte si terrà la notte fra il 21 e il 22 giugno

La storia

Il 2018 è stato il 50° anniversario dalla nascita della festa delle Vele Scarlatte. La tradizione di questo evento ha avuto inizio nel 1968, da un’idea di alcuni ragazzi di Leningrado. Il tema del festival fu suggerito dal film “Vele Scarlatte”, molto popolare a quel tempo. E fu così che già il 27 giugno 1968 per la Neva passava una fregata che issava vele scarlatte. Lo spettacolo fu talmente impressionante che si decise di ripeterlo ogni anno, finchè le Vele Scarlatte non divennero il simbolo dell’evento. Il numero di partecipanti cresceva di anno in anno e studenti da tutto il Paese sognavano di  assistervi.

Tuttavia, nel 1979 la tradizione si interruppe, probabilmente per il timore di non riuscire a far fronte al grande mole di persone in arrivo. La festa fu riesumata solo nel 2005 su ordine dell’Amministrazione cittadina di San Pietroburgo e della Banca di Russia, e il 24 giugno di quello stesso anno la nave dalle vele scarlatte attraversava di nuovo la Neva.

Da quel giorno la festa tradizionale si ripete ogni anno, attirando fiumane di turisti da tutto il mondo per assistere allo spettacolo incredibile che numerosi professionisti – fra marinai e fuochisti – mettono in scena ogni anno.

La nave

Tre Kronor of Stockholm , la protagonista dello spettacolo

Sono in pochi a sapere che quella che sfila sulla Neva non è una nave qualsiasi. Questa, infatti, non viene scelta solo in base all’aspetto esteriore, ma anche alle sue caratteristiche tecniche: dev’essere sufficinentemente grande ma abbastanza facile da manovrare per passare attraverso le strettoie della Neva nonostante i forti venti che soffiano su Pietroburgo.

Dalla nascita di questa manifestazione sono state impiegate diverse navi nel ruolo di protagonista: nel 1970 si trattava di una goletta di nome “Leningrad”, poi, nel 2005 fu impiegata una copia della “Standard” dei tempi di Pietro il Grande, quindi il veliero più veloce del mondo, il “Mir”, e dopo di questo un’altra goletta, la “Baltiez”. Dal 2010 la portabandiera dello spettacolo è la “Tre Kronor of Stockholm”. Questa nave, nata come nave-scuola per l’esercitazione dei giovani marinai, è una copia perfetta del famoso brigantino “Gladan” del 1857.

Lo spettacolo pirotecnico

Lo spettacolo pirotecnico è la climax della manifestazione e uno dei momenti più attesi. Bisogna però tener conto della difficoltà di far esplodere bei fuochi d’artificio durante le notti bianche: il vento ininterrotto e il cielo chiaro sono due difficoltà non trascurabili per i fuochisti. Per questo motivo vengono prodotti fuochi speciali, più brillanti e in grado di resistere a qualsiasi condizione climatica. La preparazione dell’evento dura un anno intero e 250 specialisti di diversi settori collaborano alla sua riuscita.

Grazie ai loro sforzi, un milione di fuochi rischiara questa breve notte estiva a San Pietroburgo: rispecchiandosi nella Neva, le luci sono ancora più suggestive e trasformano il paesaggio in una scena di irreale bellezza. 

Volete vedere le Vele Scarlatte dal vivo? Qui la nostra proposta personalizzabile per voi.

Potrebbe piacerti anche...