Paolo Venturini e la sua nuova sfida: MONSTER FROZEN

La conferenza stampa dedicata all’ultramaratoneta

10 Dicembre 2018, Palazzo Viminale, Ministero degli Interni, Roma.
Paolo Venturini, Assistente Capo della Polizia di Stato ed atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Oro, annuncia la sua prossima sfida: l’ultramaratoneta correrà nel luogo più freddo del mondo, dal 17 al 22 gennaio nella regione della Jakutija in Russia. Qui le temperature più basse si aggirano intorno ai -71.2 gradi celsius.
L’atleta aveva già dimostrato nel luglio 2017 la volontà di sfidare temperature estreme, affrontando il luogo più caldo del mondo: l’altopiano di Gondon Beryan in Iran. Il giorno della corsa, il 19 Luglio 2017, la temperatura registrata era di 70.7 gradi celsius.

La conferenza

Durante la conferenza, Venturini ha rivelato i dettagli di questo nuovo progetto: collegare i 40km che separano la città di Ojmjakon con la città di Tomtor. Entrambi i luoghi detengono il primato per la temperatura più fredda mai registrata.
È sicuramente un’impresa molto ambiziosa, mai realizzata prima, che prevede tecniche di allenamento costanti ed innovative. L’atleta sta già cercando di abituare il suo fisico all’ambiente che troverà in Jakutia. Si allena in microclimi freddi che in qualche modo ricreano la situazione che si troverà ad affrontare.

Gli accompagnatori

Un team di medici, tra cui prefigurano anche due esperti del dipartimento di Medicina dello Sport dell’Università di Padova ed esperti in medicina del freddo dell’Università di Yakutsk, insieme a professionisti cinematografici e logistici assisteranno il maratoneta. Correre in condizioni climatiche estreme, in questo caso la temperatura più bassa mai registrata, offre una possibilità a tutti gli esperti nel campo della medicina di studiare il comportamento del corpo umano in risposta ad un ambiente eccessivamente freddo. Questo aiuta anche la ricerca e lo sviluppo scientifico.

La reazione in Jakutija

Molto interessante la reazione degli abitanti locali: si sono subito dimostrati molto curiosi ed entusiasti, impazienti di vedere la riuscita di questa impresa. La vita in Jakutija si svolge normalmente senza grandi difficoltà. A quelle temperature la resistenza in ambienti esterni si abbassa a 40/50 minuti. Venturini invece dovrà correre diverse ore per completare il percorso di 40 km. Proprio questo aspetto stimola la curiosità degli abitanti.

L’atleta è molto determinato e fiducioso. Il suo slogan rappresenta perfettamente lo spirito della sua nuova impresa “L’uomo non ha ancora scoperto i suoi limiti. Io sono alla continua ricerca dei miei”.

EurAsian.Travel

EurAsian.Travel ha avuto il piacere e l’onore di partecipare alla realizzazione di questa sfida, organizzando i voli aerei, la gestione dei visti e dei bagagli, l’affitto dei mezzi di trasporto dalla capitale Yakutsk alle altre città ed i vari alloggi.

Qui il trailer della nuova avventura: https://www.instagram.com/p/BrQLtTLi-w-/

fotosala
Paolo Venturini Monster Froze Eurasian HBK Caxa
polizia
sala
van
venturiniepolizia
venturiniintervista
previous arrow
next arrow

Potrebbe piacerti anche...