Tutte le strade portano all’arte

Viaggi virtuali in Italia ai tempi della quarantena: le collezioni di numerosi musei italiani rafforzano l’offerta sul web.

Avevate programmato di visitare qualche museo durante i prossimi fine settimana o per le vacanze di Pasqua, ma il Covid-19 vi ha buttato all’aria ogni piano? Niente paura, Eurasian Travel con questo articolo traccia un percorso multimediale tra le bellezze artistiche nazionali.


Molti musei italiani hanno deciso, nelle ultime settimane, di aprire le proprie porte ai visitatori virtuali. Costretti a chiudere i battenti, i musei si sono adoperati per portare l’arte nelle famiglie italiane e mondiali, anche a chilometri di distanza, per poter addolcire questa noiosa quarantena.
Ecco una lista dei musei italiani che offrono tour virtuali online con i relativi link.

Partendo da Roma, la capitale, troviamo i famosi:


Musei Vaticani
Sul sito dei Musei Vaticani, trovate la sezione “esplora”, da dove si accede ai tanti tour virtuali dei diversi musei, dove si possono ammirare i capolavori, esplorare le aree archeologiche e i vari reparti dedicate a diverse epoche storiche. Tutto dal salotto di casa e in maniera completamente gratuita. Non vi resta che cliccare su questo link per iniziare il tour: http://www.museivaticani.va/content/museivaticani/it/collezioni/musei/tour-virtuali-elenco.html

Musei Vaticani

Musei Capitolini
Roma non ha tralasciato nemmeno un museo: i Musei Capitolini,così come tutti gli altri Musei Civici, sono accessibili attraverso tour virtuali online. Se volete immergervi in questa suggestiva visita, cliccate su questo link http://tourvirtuale.museicapitolini.org . In basso a destra c’è la mappa dei musei. Potete spostarvi ai vari piani dei diversi palazzi, cliccando sui nomi delle stanze identificate dai simboli in grigio.

Piazza del Campidoglio

Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali
Altro tour virtuale proposto da Roma Capitale, immerge il visitatore all’interno dei Mercati di Traiano – Musei dei Fori Imperiali. Il format è più o meno lo stesso: ci si può spostare, cliccando sul pulsante rosso in basso a destra. Aprite la mappa e selezionate dove volete andare. Altre funzioni interessanti sono la photo-gallery e la video-gallery, nonché la descrizione dei luoghi dove vi trovate virtualmente. Queste sezioni si trovano posizionate in alto a sinistra della schermata. Ecco a voi il link http://tourvirtuale.mercatiditraiano.it

Mercato di Traiano


Museo dell’Ara Pacis
Un altro gioiello da non potete, è senz’altro, l’Ara Pacis: qui il tour virtuale ripercorre il museo dall’ingresso attraverso i vari padiglioni fino all’auditorium. La possibilità di vedere da vicino i calchi, le mappe e di approfondire uno dei poli museali più belli della Capitale è a portata di clic: http://tourvirtuale.arapacis.it

Ara Pacis


Museo Napoleonico
Roma Capitale propone anche un tour virtuale nel Museo Napoleonico per addentrarsi, comodamente dal divano, nei cimeli di Napoleone. Il link per svolgere la visita è http://tourvirtuale.museonapoleonico.it

Museo Napoleonico

Casino Nobile dei Musei di Villa Torlonia
Visita virtuale anche al Casino Nobile, edificio di Villa Torlonia, villa di Via Nomentana. Tour disponibile in inglese e in italiano al link : http://tourvirtuale.museivillatorlonia.it

Casino Nobile Museo Villa Torlonia

Spostandoci nel Sud, arriviamo a Napoli, dove abbiamo selezionato:

MANN, il Museo Nazionale Archeologico

Un grande viaggio nel Museo Nazionale di Napoli, che è tra i più antichi e importanti al mondo per ricchezza e unicità del patrimonio archeologico, vi aspetta. Il museo partenopeo ha aderito al progetto di Google, Arts & Culture, pubblicando online tutto su oltre 750 opere, mostre digitali e percorsi specifici del Museo. Se volete vivere delle grandi emozioni cliccate qui:
https://artsandculture.google.com/partner/national-archaeological-museum-of-naples?hl=it

Museo Nazionale Archeologico di Napoli


Museo MADRE
Ubicato nello storico Palazzo Donnaregina di Napoli, il Museo MADRE vanta tre piani di spazi espositivi, installazioni site-specific, opere della collezione ed esposizioni temporanee. Si tratta di un museo che dopo diverse vicissitudini ha reso la Campania crocevia delle arti contemporanee; una realtà che si propone di studiare il passato tramite un linguaggio contemporaneo che sia in grado di delineare il futuro. Ed è all’interno di questo lungimirante progetto che si inseriscono le due visite virtuali agli spazi museali ospitate su Google Arts and Culture, così come gli approfondimenti su correnti artistiche ed opere in collezione. https://artsandculture.google.com/partner/madre?hl=it

Museo MADRE

Ecco l’immancabile Firenze:

Gallerie degli Uffizi
Le Gallerie degli Uffizi, parte del complesso museale fiorentino che comprende anche il Corridoio Vasariano, Palazzo Pitti ed il Giardino di Boboli, è uno dei musei più noti al mondo per le sue collezioni di arte antica e pittura dal Medioevo all’età moderna. Una raccolta di prestigiosi capolavori che vanta i nomi di Giotto, Botticelli, Mantegna, Raffaello, Michelangelo e Caravaggio, che si sommano alle opere della pittura europea. Una ricchezza di capolavori navigabile grazie ad “IperVisioni”, un viaggio tra spunti suggestivi ed immagini ad alta definizione delle mostre virtuali, che comincia da qui https://www.uffizi.it/mostre-virtuali

La Primavera di Botticelli conservata presso la Galleria degli Uffizi

Passando il passo della Futa si arriva a Bologna:

MAMbo
Il MAMbo lancia l’iniziativa 2 minuti di MAMbo: un format di engagement digitale che prevede l’implementazione di nuovi contenuti video girati con una tecnologia basica, lo smartphone, dentro il museo o da remoto, accompagnati dall’hashtag #smartMAMbo. Fino a domenica 5 aprile, ogni giorno, dal martedì alla domenica come simbolicamente nei giorni di apertura ordinari del musei, alle h 15.00 verrà pubblicato un nuovo contributo sul canale YouTube MAMbo Channel, poi rilanciato su Facebook, Instagram e Twitter.

Quattro gli ambiti tematici su cui, a rotazione consecutiva, saranno incentrate le clip: la mostra temporanea AGAINandAGAINandAGAINand, che indaga il tema del loop, della ripetizione e della ciclicità nella contemporaneità attraverso le opere di sette tra i più noti artisti contemporanei (Ed Atkins, Luca Francesconi, Apostolos Georgiou, Ragnar Kjartansson, Susan Philipsz, Cally Spooner, Apichatpong Weerasethakul), la collezione permanente MAMbo, il Museo Morandi e il Dipartimento educativo MAMbo, realtà di eccellenza nel campo della mediazione e didattica dell’arte verso tipologie differenziate di pubblico che, in questa occasione, si misurerà con una nuova sfida di approccio alle opere. Il seguente link approda sulla pagina principale da cui accedere alle varie esperienze: http://www.mambo-bologna.org/news/news-133/

MAMbo

L’Accademia di Belle Arti di Bologna
L’Accademia di Belle Arti di Bologna, fra le più antiche d’Italia, è un luogo di studio, produzione e conservazione dell’arte, deputato alla formazione di artisti, progettisti e professionisti in questo campo. Tanti sono stati i grandi maestri che hanno contribuito a farne oggi un’Istituzione di Alta Formazione Artistica: da Carlo Cignani, primo Principe dell’Accademia, a Donato Creti, da Antonio Basoli a Giacomo de Maria, da Giorgio Morandi a Virgilio Guidi, fino a Ghermandi e Pozzati per citarne solo alcuni.
Il ricco patrimonio plastico, archivistico, pittorico e grafico custodito negli spazi della scuola è tuttora oggetto di studio, riordino, catalogazione e ricerca da parte di docenti e studenti dell’Accademia stessa e diviene pubblico e condiviso nelle gallerie ed esposizioni digitali qui presentate: https://artsandculture.google.com/partner/accademia-di-belle-arti-di-bologna

Accademia Belle Arti

Nel cuore pulsante della Lombardia, Milano, la selezione è ampia:

Pinacoteca di Brera
La Galleria Nazionale di Arte Antica e Moderna, meglio conosciuta come la Pinacoteca di Brera, ospita una raccolta delle più celebri collezioni di pittura in Italia. La Pinacoteca si presenta come un luogo rappresentativo di tutta l’arte italiana, di ogni epoca e regione poiché conserva grandi capolavori provenienti da diverse scuole come la lombarda, la toscana, la veneta, ma anche la scuola fiamminga.
Grazie ad una campagna di digitalizzazione, 669 opere sono esposte nella collezione online. Ogni opera si presenta descritta nei minimi dettagli offrendo al visitatore virtuale curiosità e fascinazioni dell’arte. Esplora la collezione qui https://pinacotecabrera.org/collezioni/opere-on-line/

Pinacoteca di Brera

Museo del Novecento All’interno del Palazzo dell’Arengario in piazza del Duomo, il Museo del Novecento ospita una collezione di oltre quattromila opere di arte italiana del XX secolo. Nasce con l’intento di diffondere la conoscenza dell’arte del Novecento offrendo un’ampia visione delle collezioni ereditate dalla città di Milano nel corso del tempo.
Ospitato dalla piattaforma Google Arts and Culture, il Museo del Novecento offre un percorso espositivo attraverso circa 400 opere, allestito secondo un criterio cronologico; non mancano approfondimenti su autori e capolavori. Potete raggiungere il sito cliccando qui https://artsandculture.google.com/partner/museo-del-novecento

Museo del Novecento

Galleria d’Arte Moderna – Milano Dal 1903 la Galleria d’Arte Moderna conserva le collezioni d’arte moderna del Comune di Milano, un patrimonio artistico di circa 3.500 opere, ospitate dal 1921 nella splendida sede della Villa Reale, nel cuore della città. Oggi la Galleria d’Arte Moderna conserva non solo tele, ma soprattutto delle sculture romantiche meravigliosamente intagliate, scolpite da dettagli stupefacenti. Antonio Canova, Andrea Appiani, Francesco Hayez, Alessandro Puttinati, Tranquillo Cremona, Giovanni Segantini, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Giovanni Boldini, Medardo Rosso, Gaetano Previati sono solo alcuni tra i nomi dei grandi artisti presenti nella collezione, protagonisti indiscussi della storia dell’arte milanese e italiana. L’arte italiana approdata sul web vi aspetta qui https://artsandculture.google.com/partner/galleriadartemoderna

Paolo & Francesca di Alessandro Puttinati

Fondazione Prada

Il sito web di Fondazione Prada e i canali social della fondazione (Instagram, Facebook, Twitter, Vimeo e Youtube) diventano un laboratorio di idee, una piattaforma agile in cui testare nuovi formati e codici che possono trovare un ulteriore sviluppo in futuro, oltre l’attuale emergenza. Con Glossary, Fondazione Prada esplora criticamente il proprio archivio. Attraverso l’elenco di alcuni concetti chiave si costituisce un possibile glossario della fondazione per analizzarne la storia e l’identità. Ogni voce riunisce più progetti realizzati dal 1993 a oggi nei diversi ambiti d’azione: arte, cinema, danza, musica, architettura e filosofia. L’arte italiana approda sul web per intrattenervi.

Un altro esempio di progetto, invece, è Inner Views che sostituisce la visita fisica delle tre mostre aperte recentemente, The Porcelain Room, Storytelling e K, con un’esperienza virtuale di apprendimento e conoscenza. Interviste, immagini, video inediti e focus sulle opere esposte avvicinano il pubblico ai contenuti dei tre progetti da una prospettiva interna, intima e coinvolgente. Di iniziative ce ne sono tante. Non vi resta che spulciare il sito della Fondazione Prada e i relativi social network. http://www.fondazioneprada.org

Fondazione Prada

Dalla Lombardia a Torino il passo è breve

Museo Egizio di Torino Il Museo torinese dedicato all’arte egizia propone una visita virtuale della mostra temporanea Archeologia Invisibile. L’esposizione è un viaggio reale e virtuale tra pezzi unici e mummie alla scoperta della storia che si nasconde dietro gli oggetti antichi: un connubio tra cultura digitale e materiale e un nuovo modo di fruire gli spazi museali. La mostra offre dunque al visitatore la possibilità di guardare oltre l’oggetto e interrogarlo per scoprirne la storia, gli aneddoti e i segreti. La mostra si articola in tre sezioni: la fase di scavo, le analisi diagnostiche e il restauro e conservazione. Grazie al virtual tour è così possibile esplorare le sale espositive e le vetrine ospitate, “navigandone” tutti gli elementi, dai video ai singoli reperti, da qualunque dispositivo: una novità disposizione di insegnati, studenti, e ovviamente di tutti i visitatori. Buona visita! https://cdn-cache.museoegizio.it/static/virtual/ArcheologiaInvisibileITA/index.html

Museo Egizio di Torino

MAO Museo di Arte Orientale di Torino
Il MAO si offre con una collezione che spazia dall’Asia Meridionale a Cina e Giappone, dalla Regione Himalayana ai Paesi Islamici; una ricchezza di testimonianze che include sculture lignee, pregevoli raccolte di bronzi e manoscritti, produzioni ceramiche ed oggetti laccati di raffinata fattura. Un racconto che si offre al pubblico tramite narrazioni tematiche, oggetti parlanti e visite virtuali da esplorare comodamente da casa, cliccando qui https://artsandculture.google.com/partner/museo-d-arte-orientale

Museo di Arte Orientale di Torino

Il Castello di Rivoli
L’iniziativa in streaming del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea si chiama “Cosmo Digitale ed è la nuova venue virtuale del primo museo d’Italia d’arte contemporanea. Contiene progetti d’artista, conferenze e approfondimenti. La direttrice Carolyn Christov-Bakargiev annuncia che: “il Cosmo Digitale non sostituisce una visita al Museo, né l’unicità dell’intenso incontro fisico ed emozionale che si può vivere soltanto negli spazi reali e con il corpo delle opere o delle performance, ma aggiunge dimensioni ed esperienze più private e screen-based”. Siete pronti a vivere un’esperienza galattica? https://www.castellodirivoli.org/mostra/digital-cosmos/

Castello di Rivoli

Al nostro viaggio non può mancare la Serenissima, Venezia!


Palazzo Ducale

Capolavoro dell’arte gotica, simbolo di Venezia, il Palazzo Ducale ha sede in piazza San Marco nei pressi del Ponte dei Sospiri. Grazie all’accordo con Google Arts and Culture, il Palazzo Ducale offre una visita virtuale Street View che consente di apprezzare i percorsi espositivi all’interno della sede museale, oltre ad approfondimenti su 137 opere ad alta risoluzione scelte tra le più rappresentative; tra queste, il celebre affresco di Tiziano raffigurante San Cristoforo.
Cosa aspettate? Precipitatevi a cliccare https://artsandculture.google.com/partner/palazzo-ducale

Palazzo Ducale

Peggy Guggenheim Collection Il potere della cultura è potentissimo e non si ferma davanti a nulla. La Peggy Guggenheim Collection di Venezia da vita, offrendo molteplici punti di vista e immagini originali e creative, ad un percorso dentro la Collezione. Inoltre, la Peggy Guggenheim Collection ha anche previsto un percorso interattivo di approfondimento sulle stesse opere e un focus sulla mostra temporanea in corso Migrating Object e anche qualche “Art Quiz” per tenersi allenati. Siete pronti alla sfida? Ecco a voi il link https://www.guggenheim-venice.it/it/arte/

Peggy Guggenheim Collection

Per concludere, questi tour virtuali potranno solo in parte sostituire le vere visite in carne ed ossa, dove potrete sentirvi parte di questi incantevoli posti storici. Tuttavia, a volte possono offrire di più della visita fisica. Infatti, se ci riflettete, non sempre al museo è consentito avvicinarci alle opere per poter esaminare i dettagli, né tanto meno possiamo allungarci fino ai soffitti istoriati per ammirarne i decori. Grazie alla tecnologia, tutto questo è possibile. Abbiamo accesso, possiamo dire, ad una nuova dimensione fatta di precisione, dettagli e meraviglia!

Buona quarantena culturale a tutti! #iorestoacasa

Potrebbe piacerti anche...